Poesie - Prime

Le prime

di Claudio Tortorelli

Arezzo

Pubblicato il 1986-1989 - Ultima revisione il 08/12/2020 - Revisione n. 3

Torna a www.claudiotortorelli.it -- Revisione precedente



Indice

Autunno ritorna - Settembre 1989
Il campo fiorito
Passeggiata
Autunno
Il gelo
La primavera è arrivata - Febbraio 1987
Preghiera - Gennaio 1987
Nevicata - Dicembre 1986
La primavera - Aprile 1986
La neve - Febbraio 1986
Claudio e Giulia


Autunno ritorna - Settembre 1989

[indice]

Autunno ritorna
e con le sue piogge
diventano umide
le antiche logge.
Con le sue foglie gialle
pin piano manda via l'estate
e si rigonfiano i fiumi
e le cascate.
Autunno ritorna,
con la sua maschera di malinconia,
ma che in realtà
è allegria
che solo i poeti
possono coglier.
.....Autunno ritorna.

Il campo fiorito

[indice]

Eri fangoso, nero, squallido.
Ora le spighe
sono il colore dell'oro.
Il cielo azzurro
accoglie il sole
che ogni giorno
si fa più onore.
I fiori sono sbocciati,
gli alberi resuscitati
dalla morsa dell'inverno.
Bel campo!
Una volta eri nero,
ora metti in mostra
i tuoi colori...
E fra i tanti fiori,
una margherita
che, come una perla,
luccica intontita.

Passeggiata

[indice]

Passeggiavo per i prati, sono contento,
i fiori sono sbocciati,
freschi vivaci di tutti i colori
fan diventare la campagna un arcobaleno
che pare una favola.
Gli alberi son come rinati
con i boccioli appena spuntati
e il sonno invernale è cosa lontana
perché solo acqua limpida sgorga dalla fontana.
Il cielo azzurro, leggero, infinito,
pare di stare in paradiso,
quando d'un tratto qualcosa si muove.
Sono le rondini che finalmente,
come cani fedeli sono tornate,
e anche loro ci dicon "forza, gioite!".

Autunno

[indice]

Molte foglie si disperdono per l'aria
e il sole non c'è.
Cade la pioggerella
e l'ombrello non la para.
L'aria è umida
e i tetti sono pieni di piccioni bagnati.

Il gelo

[indice]

Il gelo filtrando con forza fra i panni
t'immerge fra il freddo dell'inverno.
Fra i candidi fiocchi bianchi
i tetti rossi fumano dolcemente,
mentre i pochi fiorellini
vengono coperti da un sottile manto gelato.

La primavera è arrivata - Febbraio 1987

[indice]

E' arrivata dolcemente
senza mostrare alcuna turbolenza,
come un fiore
che sboccia allegramente.
Nessun alito di vento tira:
è arrivata la primavera
accompagnata dal caldo sole.
Con il canto degli uccellini
e la gioia dei bambini,
con gli alberi fioriti
che di verde son vestiti
è arrivata la Primavera.

Preghiera - Gennaio 1987

[indice]

Questo giorno mi hai dato
pieno di gioie e di sconforti.
Ora la tua forza mi porti
a vivere la mia vita.

Nevicata - Dicembre 1986

[indice]

Dormivo,
mentre un soffice manto bianco
si posava sulle strade.
Ora è mattina:
i bambini giocano contenti
senza rispettare quel tappeto bianco
che dondolandosi si è posato lievemente nella notte
ed ora è sterminato dai raggi del sole.

La primavera - Aprile 1986

[indice]

Le rondini volano sopra le fronde degli alberi.
I ruscelli sono una meraviglia davvero
con i campi fioriti e l'azzurro del cielo.
Evviva la Primavera,
che è bella davvero!
Le api si posano sul fiore felici e contente:
Evviva la Primavera!

La neve - Febbraio 1986

[indice]

La neve cade giù dal ciel,
cade giù dal ciel un po' come un fior strano:
la neve scende piano e si posa come una mano
leggera sulla terra.

Claudio e Giulia

[indice]

(IL VOSTRO CARISSIMO NONNO LUIGI)

Tu Claudio ormai grandicello
sano di mente e bello
è tuo dovere dare
buoni consigli
a tua sorellina Giulia,
brava bambina intelligente
e bella
che io vedo che brilla
come una stella.
Tiella sempre a te vicino
tiella per mano
e dai a lei sempre
buoni consigli
durante la vostra vita
che è più minorenne.
Aiutala nella scuola
e in altre cose buone
della vita.
Non lasciarla mai sola
ma tiella per mano,
anche quando sarete adulti
e con questo compito
così arduo e fraterno
sarete soddisfatti e felici
per tutta la vostra vita
colma di gratitudini.

Luigi Tortorelli